Agility Dog

L’Agility Dog nasce come disciplina cinofilo-sportiva alla fine degli anni ’70 in Inghilterra, anno in cui venne presentata per la prima volta all’interno del Crufts (ancora oggi una delle più grandi competizioni ed esposizioni internazionali del mondo).

 L’Agility Dog è una disciplina cinofila nata sulla scia dei classici concorsi ippici e consiste in un percorso a ostacoli che il binomio deve percorrere entro un certo limite di tempo e possibilmente senza incorrere in penalità.


In Italia l’Agility Dog è approdata nel 1988 e i primi stage si svolsero presso il GARU di Torino, le prime gare ebbero inizio invece nel 1990. 

Grazie alle sue caratteristiche di sport divertente, dinamico e adatto a tutti (cani di razza e non), l’Agility Dog si diffuse rapidamente, raggiungendo in numeri attuali e vedendo moltiplicarsi i circuiti (ENCI, AIA, CSEN – WAO, MASTER ecc). 


In Agility esistono 4 livelli di difficoltà crescente che sono caratterizzati da una tipologia di ostacoli e traiettorie diverse a seconda della categoria di appartenenza; risulta quindi così suddivisa:

  • categoria debuttanti;
  • agility 1;
  • agility 2;
  • agility 3.

Ciascuna categoria è divisa a sua volta in 3 sottocategorie: small, medium e large, a seconda dell’altezza del cane al garrese. 


Complessivamente gli ostacoli presenti nei percorsi più difficili e completi sono: salti, passerella, palizzata, bascula, salto in lungo, muro, ruota, slalom, tavolo, tubo rigido e tubo morbido. 


La preparazione all’Agility Dog può iniziare a 2 mesi frequentando una Tricks Class, mentre i salti, lo slalom e le zone non andrebbero affrontate prima del termine dello sviluppo fisico del cane e comunque preferibilmente dopo aver effettuato i controlli sanitari previsti e indispensabili a chiarire se il cane può affrontare senza problemi uno sport dove la salute e la perfetta forma fisica sono indispensabili.